Cambio…

Mantenere due blog in parallelo con gli stessi contenuti non è sempre così agevole. Per una serie di motivi, anche tecnici, continuerò a scrivere nell’altro blog di casa Big G a questo indirizzo: http://ziomick.blogspot.it/ ci leggiamo di là… Michele.

Sospeso

(Ispirata da un disegno di un’amica) Sospeso tra i miei pensieri,ossigeno del mio essere,cerco in ogni istantela via alla superficiecome le bolle che salgonodal profondo del marecon mille girotondi,accompagnate dalla musicadei silenzi profondi,fino a trovare lassùlo spazio per essere libero.

Irrazionale senso del semplice

 La sensazione che mi dà il viaggiare, soprattutto in treno o in autobus, non è praticamente mai cambiata negli anni: un senso di “spostarsi” nel mondo con l’impressione che non sia tu ad attraversarlo ma lui a muoversi attorno a te.  Oggi, come nei giorni passati, osservavo il paesaggio muoversi nella direzione opposta al mio ritornare verso casa in autobus, … Continua a leggere

Suona le tue note

Suona le tue note,suona tutte le tue notesuona i tuoi silenzicon le note che domanisaranno in ogni suonoe avranno occhi, voce e mani. Ama le tue noteanche quelle un po’ stonateprendi le tue pause,prendi fiato tra i tuoi giornisenti il tuo respiro andarevuoto dentro, prima che ritorni. Dona le tue notea chi si trova nel silenzio,armonia del mai vissuto,assenza per … Continua a leggere

Mattoni

Mattoni. Costruire. Credo che l’associazione sia immediata, anche quando si usa l’esempio in senso lato parlando di qualunque tipologia del “costruire” basata di volta in volta su diverse tipologie di mattoni. Costruire come sinonimo di creare, creare come espressione artistica di sé.Oggi osservavo le creazioni fotografiche di una amica, Alessandra Lanzafame (https://www.facebook.com/alessandra.lanzafame.1), affascinato sia dalla tecnica che dall’espressività artistica di … Continua a leggere

Ci siamo…

Le prime copie della nuova edizione del libro… ci è voluto un po’ ma la nuova edizione, oltre a raccogliere molto più materiale della prima, rappresenta la stesura del libro esattamente come l’avevo sempre desiderata e che non era stato possibile realizzare la prima volta. Una scheda più dettagliata dell’opera la potete trovare qui: http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=870980

Il momento giusto

Quand’è il momento giusto per fare qualcosa? Quanto dobbiamo provare e riprovare se questo qualcosa non riesce? Potrei chiudere qui dicendo “non è possibile rispondere”, ma non è forse il caso di provare invece a rispondere? E’ il momento giusto per farlo? Quién sabe? La risposta naturalmente ha delle basi molto soggettive, in quanto il “fare” e il “continuare a … Continua a leggere

Stupore

Ti guardo mentre osservile scie dei tuoi ricordiche lasciano ricami su nel cielo.Sorrido mentre guardo,sorrido ai tuoi pensieri di bambinastupore mai perduto lungo il tempo. Mi accorgo di quanto sei uguale,di quanto il tuo essere diversasia oggi solo a un passo dal tuo ieri.E il tempo che tu hai lasciato indietroritorna ogni giorno un po’ più vivoa prenderti per mano … Continua a leggere

Quale differenza…

Che differenza c’è tra amare e farsi male?Nessuna a volte.perché a volte amare fa male, perché a volte stare male fa amare di più,chi o cosa lo decide il tempo, lo decide il cuore.E’ l’equilibrio che protegge il cuorequello che a volte ci fa distogliere lo sguardo,quello che poi ci fa pentire di non aver visto,perché a volte anche il … Continua a leggere

Scelte

Facciamo scelte tutti i giorni. Dalla mattina quando ci svegliamo per scegliere magari i vestiti o la colazione, al lavoro, quando facciamo la spesa, quando dobbiamo dire o fare qualcosa. E ognuna di queste scelte definisce il nostro futuro prossimo venturo. Penso che più di qualche volta ci siamo trovati a pensare cosa sarebbe successo se non avessimo fatto o … Continua a leggere